Teenagers e cosmesi: educazione alla beauty routine

Teenagers e cosmesi: educazione alla beauty routine

Teenagers e cosmesi: educazione alla beauty routine

I teenagers oggi attribuiscono al proprio aspetto fisico un valore così importante da considerarlo un elemento fondamentale per definire, e mostrare, la propria personalità.

Cosmetici, abbigliamento e forma fisica sono per loro talmente importanti che apparire attraenti risulta la cosa più importante, perdendo di vista la cura per la propria salute.

La cosmesi vista dei teenagers

I teenagers di oggi fanno un uso dei cosmetici molto più dei coetanei di qualche anno fa.

Parliamo di ragazzine che usano prevalentemente cosmetici per make up, creme idratanti, esfolianti e prodotti per la rimozione del trucco e ragazzini che usano perlopiù prodotti antiacneici.

Recenti studi di settore hanno evidenziato che ragazzi e ragazze indifferentemente usano cosmetici. Inoltre, cala l’età del primo utilizzo di prodotti di bellezza e c’è una grande disinformazione a riguardo.

Se ha funzionato su di te, perché non deve funzionare su di me?

I teenagers valutano i prodotti, per costo, tipologia, marca, tramite passaparola fra coetanei o seguendo video tutorial sul web. Tralasciano e spesso ignorando totalmente la necessità di un’analisi del proprio tipo di pelle, prima di scegliere un qualsivoglia prodotto.

Questo atteggiamento porta ad una scelta molto spesso errata che si ripercuote inesorabilmente sullo stato di salute della pelle, provocando danni o peggiorando preesistenti problematiche.

Già prima dei 20 anni le ragazzine cominciano ad utilizzare creme antirughe perché il loro obiettivo è avere una pelle quanto più liscia possibile.

Usare cosmetici non adatti fa male alla pelle

Non sanno che, purtroppo, le creme antirughe sono molto aggressive e provocano, su una pelle giovane e immatura, l’insorgere di acne che, se non curata in modo appropriato, può lasciare gravi cicatrici sul viso.

La maggior parte dei teenagers, inoltre, non usa il latte detergente per pulire il viso, ma il semplice sapone, un prodotto molto aggressivo, in realtà utile per la detersione delle mani.

La crema idratante, poi, viene utilizzata senza scegliere quella giusta per il proprio tipo di pelle.

Per non parlare delle protezioni della pelle dal sole.

La maggior parte dei teenagers usa attivatori di abbronzatura e creme solari con fattori di protezione bassissimi, ignorando deliberatamente il grave danno a cui vanno incontro, purché ci si abbronzi tanto e in fretta.

Corretta beauty routine

La corretta beauty routine per un teenager dovrebbe prevedere gesti semplici, quotidiani con prodotti altrettanto semplici.

Per la detersione del viso basta utilizzare semplice latte detergente alla propoli e avena, che calma il rossore. E’ privo di alcool e principi attivi aggressivi che possono causare problematiche difficili poi da risolvere.

Per l’idratazione via libera a creme idratanti semplici e mirate per il proprio tipo di pelle e, se la pelle presenta impurità o acne, meglio usare creme a base di propoli o Tea Tree, un olio essenziale con proprietà antimicrobica.

Per la cura del corpo basta effettuare uno scrub settimanale sotto la doccia, sostituendolo al doccia schiuma e terminando con un lento massaggio con crema idratante corpo.

Educazione alla beauty routine

La beauty routine sembra una cosa scontata e non importante, ma non lo è affatto.

I genitori dovrebbero farsi carico di una vera e propria educazione alla beauty routine. Solo insegnando l’amore per il proprio corpo, prendendosene cura con i prodotti giusti e trasmettendo una filosofia di stile di vita sano, sviluppo, crescita e avanzare dell’età saranno affrontati in buona salute.

 

Lavinia Giganti

Ti è piaciuto l’articolo?

Visita la Vetrina

Ellen Beauty Factory