Radio Anni Azzurri: una voce amica nelle residenze Anni Azzurri

Radio Anni Azzurri: una voce amica nelle residenze Anni Azzurri

Radio Anni Azzurri è la prima radio interamente pensata e realizzata all’interno di un gruppo di Residenze Sanitarie Assistenziali. Dedicata ai suoi ospiti, può essere ascoltata negli spazi comuni delle 50 residenze presenti in 8 regioni, online sul sito www.anniazzurri.it e scaricando l’app radio anni azzurri su ios e android.

Come nasce l’idea di Radio Anni Azzurri 

Matteo Tessarollo, responsabile marketing e comunicazione area anziani gruppo Kos, racconta che l’idea è nata pensando ad uno strumento che potesse dare la possibilità agli ospiti, agli operatori e alle famiglie di restare sempre aggiornati su ciò che accade nel mondo attraverso le news.

Uno strumento che potesse offrire momenti di intrattenimento per passare del tempo ascoltando buona musica durante le giornate trascorse in struttura.

L’obiettivo è offrire, agli ospiti, un luogo ricco di stimoli e capace di alimentare lo scambio e il confronto favorendo e mantenendo il contatto con ciò che sta fuori dalle residenze. In questo la radio ha un ruolo importante. 

Ideatore e produttore della Radio è Andrea Mercurio, autore e speaker radiofonico con esperienza nei più importanti network nazionali come Radio101, Radio Italia, RDS, Radio Kiss Kiss, Radio 2.

Il variegato palinsesto di Radio Anni Azzurri 

Il palinsesto è composto da programmi quotidiani e rubriche fisse.

Vi sono programmi interamente dedicati all’intrattenimento musicale, con i brani degli anni 30 e 40 della rubrica “Oggi come allora” e un tuffo negli anni 50, 60 e 70 con “Rock Around the Clock” ed il racconto di ciò che accadde negli anni in cui uscirono i dischi che hanno fatto la storia della musica italiana e internazionale.

E poi ancora l’oroscopo e l’almanacco del giorno intrattengono quotidianamente gli ospiti e, per festeggiare gli avvenimenti speciali e i compleanni centenari, la rubrica buon compleanno, con la possibilità di lasciare un messaggio vocale per i festeggiati. 

Grazie ad un numero Whatsapp (3713854900), figli, nipoti e amici possono inviare, attraverso un messaggio audio, il loro augurio di buon compleanno agli ospiti delle residenze.

La rubrica che fa raccontare e condividere i ricordi

 Con la rubrica Storie della Nostra Storia, gli ospiti si raccontano ai microfoni della radio per condividere i ricordi della loro vita, come l’emozionante esperienza del primo giorno di scuola di uno degli ospiti più anziani.

Un ricordo per alcuni lontano, per altri più recente, ma che ci porta a rivivere l’emozione provata il primo giorno di scuola con zaino, diario e compagni di classe.

Il primo giorno di scuola di Fatima Negrini, 106 anni, nata a Sustinente in provincia di Mantova e ospite della residenza Anni Azzurri San Faustino di Milano, risale a 100 anni fa. 

Lo racconta così, intervistata dai microfoni di radio Anni Azzurri.

Il primo giorno di scuola ho imparato tante belle cose, cominciavo con le aste: a, e, i, o, u; Eravamo poverissimi, non si mangiava, gli stracci addosso, la borsa fatta di sacco, gli zoccoli.

D’inverno, faceva molto freddo, ma si andava lo stesso la scuola era buona, erano bei tempi!

 Anche Remo Brambilla, 94 anni, racconta del suo viaggio per andare a scuola insieme al fratello, tre anni più grande di lui.

C’è poi il ricordo meno positivo di Caterina Momente, che lo descrive come un trauma perché, abitando in campagna, non parlava italiano ma solo il dialetto e ricorda la difficoltà di fare amicizia con gli altri bambini.

Il testimonial d’eccezione di Radio Anni Azzurri

Il Colonnello Mario Giuliacci, storica voce della meteorologia, si è prestato come testimonial di Radio Anni Azzurri, con l’appuntamento del lunedì e del venerdì con il meteo perché, come lui stesso afferma: anche se il tempo passa, è molto importante anche quello che abbiamo davanti.

 

Ti è piaciuto l’articolo?

Visita la Vetrina