Guarigione Energetica: perché è possibile

Guarigione Energetica perché è possibile

Guarigione Energetica: perché è possibile

La Guarigione Energetica a distanza è uno dei modi in cui metto in atto le mie pratiche energetiche.
Ancora oggi (viene praticata da millenni), sembra non essere chiaro ai più cosa si intenda.

I metodi energetici volti al miglioramento psicofisico, in quanto tali, lavorano su un piano diverso da quello fisico.
Chi li esercita, unitamente a chi se ne avvale, contempla l’esistenza di una realtà immateriale oltre quella fenomenica.
Per chi è proprio a digiuno di questo argomento, si può fare l’esempio del pensiero… impossibile da toccare. E’ però senza contraddizioni il sostenitore dell’avvenimento fisico, il promotore della creazione.

Tutte le terapie energetiche che prevedono l’influenza di un soggetto (terapeuta) su un altro individuo (ricevente), con o senza contatto, lavorano su questo piano.

Terapie energetiche da remoto

I trattamenti “a distanza” si svolgono senza tener assolutamente conto dei km che separano terapeuta e cliente ed hanno la medesima efficacia che dal vivo.

Quando si procede da remoto (a distanza), si concorda l’orario con il ricevente, la persona si pone in stato di quiete e ricezione, possibilmente sdraiata o comodamente seduta, e l’operatore lavora come se il cliente fosse sul lettino.
È importante mantenere il filo dell’interazione con i clienti con i quali si stabilisce una comunanza d’intenti; infatti si chiede di telefonare subito dopo il trattamento o appena possibile.

Cosa accade

Ciò che accade in queste sessione da remoto, più delle volte fa riscontrare a chi riceve, nette esperienze dell’avvenimento in termini di percezioni straordinarie e manifestazioni impossibili da imputare ad un’azione fisica, ma nondimeno sensazionali: tremori, forte formicolio corporeo (elettricità), odori, visioni di colori…
Non sono questi fenomeni a determinare l’efficacia del trattamento (che può essere indirizzato indifferentemente al disturbo fisico quanto al migliore andamento della vita), ma senz’altro aiutano la persona a coinvolgersi e centrarsi in questa realtà che alcuni assimilano come “metafisica”, ma che ai nostri giorni non manca di avere riscontro anche dalla scienza.

Riscontri della scienza

Questo argomento infatti si veste di numeri e formule, attraverso la ricerca di diversi scienziati, due fra tutti Alan Aspect e David Bohm.
Anche a loro dobbiamo l’attestazione del processo di “Entanglement”, ossia la comunicazione pressoché istantanea di particelle subatomiche separate tra loro anche da enormi distanze, il cui assunto finale è: esse non comunicano velocissimamente, ma nella sostanza… sono una cosa sola (D. Bhom).
E’ in virtù della nostra essenza comune che ci vede tutti collegati che si attua la Guarigione Energetica, di cui si servivano anche nell’antichità, popoli culturalmente avanzati e dentro le dinamiche vitali.

Testimonianza

In seguito ad una seduta da remoto col Sig. Verderame per la cura di disturbi del sonno (agitato ed accompagnato da incubi e sogni paurosi), mi sono rilassato nella posizione indicata e sono entrato in uno stato di dormiveglia con sogni leggeri, con persone sconosciute che mi uscivano dalla testa e se ne andavano. Questo nella prima parte poi le persone sono sparite ed ho continuato col dormiveglia senza pensieri ed altre sensazioni. Ho avvertito qualche fitta lieve sotto i due piedi, la sensazione strana è che al risveglio totale pensavo che fosse passata mezz’ora, ma stupendomi era passata un’ora e venti. Ora sono curioso di vedere se ci sono stati miglioramenti anche durante la notte, anche sentendo chi mi dorme di fianco che è oggetto dei miei sproloqui notturni disturbando anche il suo di sonno… Cordialmente a presto. Gabriele

Testimonianza

Buongiorno Cesare, m chiamo Roberto ed ho 50 anni. Ho deciso di scriverLe perché sono rimasto sbalordito dalla velocità con cui mi sono ripreso e sono guarito.

Ecco i fatti: mentre lavoravo (sono un artigiano, restauratore di mobili antichi) mi sono provocato una forte distorsione alla caviglia destra, tanto dolorosa da portarmi allo svenimento.

Dato il mio passato da sportivo, ho capito che non avevo fratture e così non mi sono recato al pronto soccorso dove mi avrebbero immobilizzato per un mese.

Ero già stato da Lei in studio e, in quell’occasione, avevo letto una testimonianza di seduta da remoto (a distanza).

Così, spinto dalla necessità, visto che non riuscivo proprio ad appoggiare il piede a terra, l’ho chiamata: mi ha fatto una prima seduta da remoto durante la quale ho sentito un piacevole formicolio che ruotava intorno alla caviglia dolorante.

Al termine della mezz’ora, Lei mi ha esortato ad alzarmi e camminare, cosa per me impossibile prima del trattamento. Con mio grandissimo stupore sono riuscito a camminare anche se con dolore. Così abbiamo concordato di replicare la seduta da remoto 8 ore dopo.

In conclusione, mi sono fatto male il venerdì e, grazie al suo prodigioso “intervento” sono tornato a lavorare il lunedì seguente (3 giorni dopo!), senza alcuna interruzione sul lavoro: cosa impossibile con qualsiasi cura ospedaliera.

Ringrazio dal profondo del cuore Lei ed il Buon Dio che Le ha fatto dono di questo misterioso potere.

Ti è piaciuto l’articolo?

Visita la vetrina

 

cesare verderame pranoterapeuta